Il dono dell’OBLIO

La solitudine, il buio, il silenzio. Nessun altro se non sé stesso in cui cercare conforto e risposte.

Escluso il diario di bordo e i manuali tecnici per il funzionamento di qualsiasi impianto, l’assenza pervade ogni anfratto e accoglie ogni respiro.

Ma cosa è successo ad Aykors Crumb, protagonista coraggioso ma spaventato, che si sveglia privo di memoria e completamente solo, dopo essere stato in ibernazione per centoventiquattro anni in una capsula dell’astronave Pequod III, persa nello spazio inesplorato e sconosciuto?

Il lettore lo scoprirà insieme al protagonista, seguendolo nella sua ricerca della verità che appare, a mano a mano che brandelli di ricordi si ricompongono in uno schema decifrabile, svelando una realtà sempre più inquietante.

Alla tragedia vissuta dall’intero equipaggio si accompagna un’importante e tenerissima storia d’amore che sarà salvifica per A. Crumb, e lo sarà in tutti i sensi. E come spesso accade, al dolore si affianca la gioia, e l’uno si perde e si trasforma nell’altro.

L’opera di Stefano Bidetti, OBLIO, è fedele al canone di verità simbolica espressa dal romanzo di fantascienza, e mette in luce gli effetti delle piccole e mediocri, ma tenaci e irresponsabili ambizioni umane che muovono cause senza saperle controllare e che rendono vittime gli stessi sprovveduti artefici.

©2023

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...