Lo strano caso dello scrittore

Se incontri una persona che cammina con aria distratta, che attraversa la strada senza guardare che sia libera o meno, e a cui l’eventuale semaforo ricorda uno strano albero con le lucine colorate, è molto probabile che sia lo scrittore.

Scrive Victor Hugo:

Uno scrittore è un mondo intrappolato in una persona
PIXABAY

È lo stato d’essere di un continuo osservare, ascoltare, prendersi carico del popolo dei suoi personaggi che non lo abbandona mai. Anche quando l’ultima di una lunga serie di parole ha raggiunto la storia e l’ha conclusa, gli echi rimangono nella mente e accompagnano lo scrittore, perché la storia non vuole essere abbandonata.

E se non tutto fosse stato detto, se non tutto fosse stato spiegato? Come esaurire nel volume di un libro, in quella manciata di fogli di carta, tutta quella somma di emozioni e di esperienze, quelle sensazioni ancora inappagate che hanno scavato nella profondità senza fondo dei personaggi?

Rimane sempre il dubbio che si sarebbe potuto dire meglio, che ci si sarebbe dovuti mettere di più a disposizione della narrazione, che i protagonisti avrebbero potuto essere accolti con più calore di quanto non sia stato offerto. L’interrogazione non trova riposo proprio come nella realtà che è in continua espansione e cambiamento, così lo stesso mondo intrappolato nello scrittore si espande e cambia e chiede. Ed ecco allora che la distrazione risulta essere altro.

© 2021

Ogni libro è una casa abitata

Il  linguaggio dell’immagine è immediatamente evocativo e le sue suggestioni inducono riflessioni capaci di intraprendere infiniti sentieri. Tempo fa, cercando un’immagine per il mio blog, attraverso Pixabay, mi sono imbattuta in Willgard Krause, un’artista che non conoscevo. Sono stata attratta da una sua opera, che non solo rappresentava quello che volevo esprimere con i miei … Continua a leggere Ogni libro è una casa abitata

ALLE LORO ECCELLENZE

Per i Buoni Cugini Editori è uscito l’ultimo libro di Monica Bartolini, ALLE LORO ECCELLENZE. Giallo storico ambientato  nella Roma Umbertina del 1888 vede protagonista il giovane Ispettore Carlo Alberto Ferrero. Piemontese, appena arrivato da Torino, reduce da una dolorosa situazione familiare, nell’impatto con l’ingestibile carattere del popolo romano impara già dai primi giorni a … Continua a leggere ALLE LORO ECCELLENZE

L’importanza di essere una zia …

In viaggio con la zia scritto da Graham Greene nel 1996 e pubblicato recentemente da Sellerio riporta immediatamente alla memoria l’impareggiabile interpretazione di Maggie Smith nell’omonimo film. Il romanzo è una serie intelligente e divertente di sketches legati fra loro dalle tappe di un viaggio intrapreso alla ricerca – per il nipote – di una … Continua a leggere L’importanza di essere una zia …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...