QUELLO CHE SEI

Sentirsi come una ragazzina e non sapere perché.

È lo specchio, che ti rimanda l’immagine di una signora di una certa età, a dirti che non hai vent’anni. È la didascalia che accompagna la foto di un’azienda innovativa, dove lavorare è meraviglioso, a specificare con orgoglio che i dipendenti sono tutti sotto i trentacinque anni, e a farti sentire di averne troppi, di anni.

È la tua ragionevolezza ad elencare i tanti privilegi della tua maturità, primo fra tutti la libertà di dire quello che da giovane non dicevi, per motivi che è superfluo elencare.

Eppure, non c’è niente da fare; nonostante l’evidenza, ti senti una ragazzina.

In certi momenti, attraversando un parco, ti prende pure la voglia di saltare sull’altalena nello spazio bambini. Ovviamente non osi.

E poi, piano piano, capisci che è normale. Il corpo fisico, come la mentalità che di generazione in generazione cambia, è un vestito che dopo più lavaggi naturalmente scolora e si sciupa.

Ma tu sei l’Anima sfiorata diversamente dal tempo, e hai bisogno di sincronizzarti su altre frequenze per poterti riconoscere per quella che sei.

© 2021

Specchio del tempo

Le radici della nostra civiltà sono presenti in noi come conoscenza del passato veicolato attraverso la narrazione storica. La storia racconta guerre, battaglie, trattati, paesi divisi, uniti, allargati, assimilati. Racconta, di conseguenza, i destini di intere popolazioni che hanno subito, durante le prime generazioni, cambiamenti di nazionalità, adattandosi gradualmente a modificare almeno in parte abitudini … Continua a leggere Specchio del tempo

Pagina di poesia, Silvia Vecchini

Silvia Vecchini racconta lo scandire dei giorni dilatati dai significati che li accompagnano. Maestra dell’ascolto, dello stupore che gusta il momento, della parola offerta con grazia che entra in punta di piedi nel magico mondo del bambino,  in quell’incanto che forse, si vorrebbe sperare, apparterrà pure all’adulto, se non ne avrà dimenticato la freschezza nell’archivio … Continua a leggere Pagina di poesia, Silvia Vecchini

Un pensiero riguardo “QUELLO CHE SEI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...